logo

     

  news icon

Creatività e Biodanza

primaveraartemini
LA CREATIVITA' COME ESPRESSIONE PERSONALE E PROFESSIONALE ATTRAVERSO LA METODOLOGIA DELLA BIODANZA

Chieri sett-nov 2018 iscrizioni entro il 15/09 20ore / 8incontri giovedì 16.45-19.15 
Orbassano feb-aprile 2019 iscrizioni entro 20/12 20ore / 10incontri giovedì 17-19

Progetto di formazione a.s. 2018-2019 per gli insegnanti della scuola dell'infanzia e primaria e della scuola secondaria. I corsi sono usufruibili con la Carta del docente 2018/19

A.R.I.A. Associazione Culturale per il Rinforzo dell’Intelligenza Affettiva
“Direttiva n. 170 del 2016-Corsi di formazione destinati al personale della scuola riconosciuti a livello regionale a.s. 2018/19- Corso autorizzato dall’USR Piemonte Decreto prot.n. 8130 del 11 maggio 2018. Nota prot.n. 8229 del 15 maggio 2018

“…Considerare che prima di essere insegnanti siamo persone, ognuna con le proprie caratteristiche, siamo unici, simili e umanamente uguali, possiamo dimenticarci di essere insegnanti o educatori?
Personalmente sono sempre con gli occhi e le orecchie tese a vedere o sentire se quel qualcosa può servirmi per scuola… un film, una canzone, un quadro, un’esperienza ascoltata alla radio, insomma, mi sembra di dover archiviare un sacco di cose per poi andarle a ripescare nel mio lavoro, in realtà molte volte sono progetti mentali che restano tali, ma solo a volte si traducono in pratica educativa e didattica…”  Riflessioni di una maestra


La figura dell’insegnante è spesso data per scontata e sottovalutata, tuttavia, “tutti sanno, anche solo pensando alla propria esperienza, che dentro le nostre scuole sono gli insegnanti a far la differenza. Non solo per le competenze specifiche che posseggono nelle discipline che insegnano, ma anche per il desiderio di svolgere un lavoro mirato ad un unico scopo: la crescita umana e culturale professionale dei bambini e dei ragazzi che sono loro affidati(Giuseppe Fioroni Ministro Istruzione 2006-2008 in http://megaslides.net/doc/160561/lettera-del-ministro-fioroni-agli-insegnanti).
La professionalità è un patrimonio a cui non si può rinunciare, essa è sempre da valorizzare e incrementare, tuttavia, parallelamente c’è la persona, c’è un essere umano che ha bisogno di essere sostenuto, accompagnato, aiutato a scoprire o ri-scoprire i propri talenti, le espressioni di sé per svolgere al meglio il proprio lavoro.
L’insegnante è spesso sotto pressione per le incombenze didattiche e organizzative che lo impegnano sul piano cognitivo e corticale; il cervello lavora continuamente per predisporre piani, progettare percorsi, a scapito, talvolta, del lavoro nelle classi in sintonia con gli allievi.
La mancanza di entusiasmo, la perdita della motivazione, il senso di frustrazione, ben descritto da Marco Pellegrino nel suo articolo “Insegnante con deficit creativo”, ci porta a condividere che si verifica in molti insegnanti un “abbassamento dei livelli di creatività a favore di un aumento di barriere che si frappongono tra noi e l'esterno e che soffocano lo slancio vitale, e allo stesso tempo sbarrano l’ingresso a nuovi impulsi e stimoli”.
(www.lascuolapossibile.it/articolo/insegnante-con--deficit-creativo-)

PROPOSTA

Il progetto, rivolto agli insegnanti della scuola dell’Infanzia e primaria, è un percorso esperienziale sulla Creatività intesa come espressione e innovazione delle potenzialità che la persona ha per svolgere al meglio la propria professione.
La proposta si attua attraverso la metodologia del Sistema Biodanza  basata sul movimento, sulla musica, sulla relazione-scambio con il gruppo, sul rinforzo dell’identità (autostima, relazioni empatiche, consapevolezza corporea…) e sull’innalzamento del benessere psico-fisico.
Per la Biodanza la creatività è esistenziale, è “…lo sviluppo naturale di una funzione biologica…” (Rolando Toro), se potenziata essa può favorire “…l’impulso di innovazione di fronte alla realtà…”.  (Rolando Toro, Biodanza -Red Edizioni-Como 2000)

FINALITÀ

  • Favorire un maggiore benessere psico-fisico negli insegnanti fondamentale per una relazione positiva con gli altri
  • Diminuire il senso di stress e di affaticamento nel lavoro quotidiano
  • Rinnovare l’esperienza legata alla parte corporea di sé (tralasciata spesso a vantaggio della parte intellettiva

OBIETTIVI

  • Ritrovare e stimolare le capacità vitali, creative e affettive dei partecipanti
  • Stimolare, in particolar modo, la creatività degli insegnanti riscoprendola e sperimentandola in nuove forme
  • Ritrovare energie ed entusiasmo attraverso una maggiore integrazione motoria
  • Riappropriarsi della capacità di guardare alle cose con svariate possibilità
  • Risvegliare esplorazione e curiosità

 CONTENUTI

- Ri-“Sentirsi” nel proprio movimento (ritmo, autoregolazione, integrazione)
- Le qualità del movimento corporeo
- Creatività Esistenziale: rinforzo dell’identità
- Creatività Esistenziale: rinforzo dell’identità (uscire dallo schema conosciuto)
- I Cinque Sensi: affinare la sensibilità
- Nuove forme di creatività
- Valorizzazione dell’atto creativo

METODOLOGIA


Il termine Biodanza significa “danza della vita”, intendendo la danza nel suo concetto originario e nella sua più vasta accezione di movimento naturale di vita, non assimilato né al balletto né alle altre forme di danze strutturate.
La Biodanza viene proposta nelle istituzioni scolastiche ed educative al fine di migliorare la qualità della vita all’interno del sistema scolastico attraverso una metodologia esperienziale cha favorisce l’integrazione e lo sviluppo dei potenziali sani di ciascuno.
Il laboratorio esperienziale a mediazione corporea e comunicazione non verbale consiste in esercizi di movimento individuali, a coppie o di gruppo con l’utilizzo di musiche appositamente studiate e con l’eventuale ausilio di materiali e strumenti vari (come colori a tempera, argilla ecc.). Gli incontri   sono composti da una iniziale parte teorica e da una successiva parte esperienziale-
La Biodanza è stata creata da Rolando Toro Araneda, (Santiago del Cile, 1924-2010) educatore, psicologo, antropologo e poeta che ha attinto la sua ispirazione da fonti antropologiche, etnologiche, biologiche e dalle scienze umane. Egli è stato candidato nel 2002 al Premio Nobel per la Pace.
La Biodanza è inserita in numerosi programmi sociali ed educativi in Italia e nel mondo.

ORGANIZZAZIONE

  • Numero incontri: 8
  • Durata di ogni incontro: 2,30 ore
  • Cadenza: settimanale
  • Totale complessivo: 20 ore
  • Giorno previsto: il giovedì dalle ore 16.45 alle ore 19.15
  • Numero di partecipanti: minimo 10 massimo 30
  • Periodi e Sedi: I Corso: settembre-novembre 2018 Chieri  - II Corso: febbraio - aprile 2018 Orbassano
  • Costo del Corso 160,00 euro

L’Associazione A.R.I.A. rilascerà regolare ricevuta utile al docente per richiedere rimborso tramite la Carta del docente 2017/18

L’iscrizione al corso va eseguita compilando l’allegato modulo di iscrizione debitamente firmato e inviato entro il 15 settembre 2018 per il primo corso  e entro il 20 dicembre per il secondo corso all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
CURRICULA DEGLI OPERATORI

Clara Maritano  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.-  347.9668322
Laureata in Scienze dell’Educazione, indirizzo socio-sanitario nel 2004 e specializzata come Educatore Prima Infanzia attraverso un corso annuale regionale nel 2011. Dopo quattro anni di esperienza in comunità per pazienti psichiatrici e per minori, dal 2011 lavora come educatrice scolastica presso la Cooperativa Cittattiva di Chieri affiancando gli insegnanti di sostegno con bambini e ragazzi diversamente abili nelle scuole di ogni ordine e grado.
Nel 2007 ha iniziato la Scuola di formazione di Biodanza- Sistema Rolando Toro di Torino e, dopo un percorso triennale seguito da tirocinio, ha conseguito il titolo di Operatrice di Biodanza nel 2013. Si è specializzata in Biodanza per bambini e adolescenti presso la Scuola di Biodanza di Bologna e in Biodanza e Argilla presso la scuola di Biodanza di Firenze . Ha esperienze di conduzione di gruppi per adulti (a Moriondo T.se), per bambini e genitori (a Pino T.se), per bambini nella scuola dell’infanzia (scuola “Collodi” di Pino T.se) e primaria (“Roncalli” di Settimo T.se e Comune di Andezeno) e per adolescenti diversamente abili (presso il centro “Girotondo” di Settimo T.se).
Nell’anno scolastico 2016/17 ha condotto il corso di formazione “La creatività come espressione personale e professionale attraverso la metodologia della Biodanza” (autorizzato dall’USR Piemonte)  rivolto a insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria.

Angela Pintore  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  328.0883869
Insegnante di ruolo nella scuola dell’infanzia dal 1990.
Laureata in Materie Letterarie presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino, nell’anno Accademico 2006.
Nel 2013 ha conseguito la titolazione di “Operatrice di Biodanza Sistema Rolando Toro” presso la Scuola triennale di Biodanza di Torino con la monografia “L’affettività nella relazione educativa”. Si è specializzata in “Biodanza per Bambini e Adolescenti” presso la scuola di Biodanza di Bologna, in Biodanza ed Argilla presso la Scuola di Biodanza di Firenze. Ha esperienze di conduzione di gruppi per adulti (a Moriondo T.se).
Dall’anno 2006 ha proposto, con interventi di esperti esterni, l’attuazione di Progetti di Biodanza nella scuola dell’infanzia di Buttigliera d’Asti (Istituto Comprensivo di Castelnuovo don Bosco) e dall’anno scolastico 2012/13 attua il Progetto “Biodanza per bambini” presso la stessa scuola.
Nell’anno 2014/15 ha condotto gruppi di “Biodanza per bambini” presso la Scuola dell’infanzia di Porta Garibaldi dell’Istituto Comprensivo IV di Chieri (TO).
A partire dall’anno scolastico 2015/16 ha condotto, in collaborazione con altre operatrici di Biodanza, gruppi di Formazione per il personale docente e non docente delle Istituzioni scolastiche attivati dalle Associazioni AICS e Airone di Asti.
Nell’anno scolastico 2016/17 ha attivato tramite l’Associazione ARIA di Torino e altre operatrici di Biodanza, il percorso di Formazione per le insegnanti della scuola primaria e infanzia: “La creatività come espressione personale e professionale attraverso la metodologia della Biodanza”.  I corsi proposti sono stati autorizzati e riconosciuti dall’USR Piemonte.
 

Modulo Iscrizione

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo